Everything about Gaming

Smart Access Memory e resizable BAR – Amd, Nvidia e Intel – benefici & compatibilità

DiHouseOfGamers

Apr 9, 2021
Spread the love

Buongiorno Appassionati,

ecco voi una breve guida con proverà a rispondere alle molte domande che l’utenza si è posta inerenti la tecnologia Smart Access Memory presentata da AMD nel corso del lancio delle sue nuove soluzioni RX 6000 mosse dall’architettura RDNA 2.

SAM sfrutta una caratteristica supportata nelle specifiche PCI-sig fin dalla versione 2.0 della stessa (e quindi Pci-e 2.0) e che consentirebbe una modifica dei registri BAR, cioè quella porzione di memoria video che viene utilizzata per la trasmissione di dati verso la CPU che, tradizionalmente, è limitata a blocchi da 256 Mb, un retaggio proveniente dalla passate generazioni di Gpu e dal panorama software a 32 bit.

Uniformando, quindi, i rispettivi sistemi di memoria, CPU e GPU possono avere un accesso generalizzato a tutta la ram presente negli specifici sottosistemi, con benefici indubbi in fatto di latenza con conseguente aumento, non in tutti i casi, delle performance ottenibili.

Smart Access Memory e l’implementazione di Nvidia, tramite Resizable BAR, non hanno differenze funzionali basandosi sulle medesime specifiche e tecnologie, cambia l’interpretazione del supporto software: AMD l’ha generalizzato a tutti i titoli indipendentemente dal beneficio in termini di frames (ci sono scenari dove non si hanno proprio differenze), Nvidia l’ha limitato a titoli selezionati dove ne controlla il risultato e quindi garantisce una miglioria.

Il vantaggio a livello prestazionale derivante dal supporto a tale tecnologia di comunicazione CPU-GPU è quantificabile in una media del 7-8%, con punte anche del 15% nel best case scenario, e situazioni dove non si va oltre il 2-3%: sono, indubbiamente, numeri di una certa importanza, se si considera che un eventuale supporto di Resizable Bar per RTX 3080 la porterebbe a ridosso della sorella maggiore RTX 3090!!!


Quali sono i requisiti per il supporto?


ResizableBAR richiede la compatibilità su 3 fronti: lato CPU, lato Mainboard, lato GPU.
Scheda madre e scheda grafica necessitano di un Bios Update, mentre il processore richiede la prerogativa di essere nell’elenco di compatibilità.

Oltre a questo, pare scontato dirlo, anche i drivers video debbono essere predisposti e a una versione sufficientemente aggiornata per contemplarne l’utilizzo.

Attualmente lato AMD le schede grafiche compatibili e pronte all’utilizzo sono:

  • RX 6900 XT
  • RX 6800 XT
  • RX 6800
  • RX 6700 XT

Le schede grafiche supportate da Nvidia invece sono:

  • RTX 3060

I Chipset delle schede madri con supporto lato AMD sono:

  • Serie 500
  • Serie 400

I Chipset delle schede madri con supporto lato INTEL sono:

  • Serie 500
  • Serie 400
  • Serie 300

I processori AMD compatibili sono:

  • Zen 3 (serie 5000)
  • Zen 2 (serie 3000)

I processori Intel compatibili sono:

  • Serie 11 Intel
  • Serie 10 Intel

Riassumendo con una tabella questi saranno gli scenari dove poter abilitare SAM e resizableBAR

Gpu Processore Mainboard
RX 6xxx Ryzen 5xxx/3xxx Serie 500/400 AMD
RX 6xxx Intel serie 11/10 Serie 500/400/300 INTEL
RTX 3060 Ryzen 5xxx/3xxx Serie 500/400 AMD
RTX 3060 Intel serie 11/10 Serie 500/400/500 INTEL

Cosa devo fare per abilitarlo?


Una volta verificato di avere a livello hardware tutte le prerogative, basterà entrare nel Bios della scheda madre e cliccare su Resize Bar support rendendolo attivo, tale setting, a seconda del modello di Mainboard, si trova solitamente nelle opzioni riguardanti il PCI Subsystem.

Una volta fatto ciò non dimentichiamoci di disabilitare, congiuntamente, il modulo di compatibilità ai bios Legacy (CSM) comunque opzione generalmente segnalata se si seleziona Resizable BAR.

Ultima nota, l’hard disk primario deve utilizzare una tabella di partizione GPT e non MBR, altrimenti una volta abilitato SAM lo stesso non verrà visto dal sistema operativo: in caso abbiate già installato un supporto con MBR, potete valutare l’utilizzo di un programma di conversione.

Non occorre poi fare altro a livello di impostazioni GPU: potrete verificare l’effettiva abilitazione di SAM tramite il programma GPU-Z, scaricabile QUI.

In questa immagine, con RX 5700 XT, che effettivamente è fuori dall’indice compatibilità, lo segnala giustamente come non supportato.


Ho una mainboard con supporto a SAM, se lo abilito ugualmente senza avere GPU o CPU compatibili che succede?


Succede che si avrà una compatibilità a livello mainboard che non porterà a nessun vantaggio in termini di performance e resa, ma una volta aggiornato il sistema con componenti adeguati si potrà godere dei benefici promessi.

Non ci sono controindicazioni a fare ciò, ma nemmeno nessun beneficio.


Verrà ampliata la lista compatibilità?


Essendo una prerogativa Pci-eResizable Bar è abilitabile praticamente su tutte le GPU in cui il quantitativo di V-Ram sia superiore ai 256 Mb, quindi indicativamente dai 512 Mb in su: questo a livello teorico, a livello pratico sicuramente vedremo man mano una maggior numero di Gpu serie RTX 3xxx e forse un’estensione, in casa AMD, alla prima generazione RDNA (ipotesi già più difficile).

Per quanto riguarda le CPU, intel supporta PDEP/PEXT in hardware (la prerogativa per rendere SAM efficiente) fin da Haswell (AMD solo da Zen 3), ma la compatibilità si fermerà al massimo alla serie 9 (anche questo improbabile), per quanto riguarda AMD, Zen+ potrebbe teoricamente rientrare, ma bisogna capire se vi sia la volontà di includerlo e le capacità tecniche di supportarlo.

A livello mainboard, molto farà la volontà dei singoli produttori, la serie più probabile che potrebbe aggiungersi alla fortunata lista è quella 300 di AMD, che de facto presenta diverse similitudini rispetto ai chipset B450 e X470 come funzionalità, pagando solo a livello di alimentazione e comparti VRM.


Suggerimenti


SAM o resizable BAR sono tecnologie interessanti che è evidente diventeranno uno standard in futuro come approccio per la comunicazione dati CPU-GPU, probabilmente qualcuno si potrà trovare nel limbo di possedere un sistema quasi del tutto compatibile e non poter ugualmente accedere ai benefici promessi: in questi specifici casi suggeriamo di NON pensare ad upgrade per i miglioramenti offerti.

Sarà decisamente più furbo aspettare un eventuale supporto che, se non dovesse giungere, sarà sicuramente incluso come prerogativa naturale della prossima configurazione che si progetterà.

HouseOfGamers

La passione del Gaming, ci ha sempre portato a supportare ed incentivare il mondo eSPORT. Con HOG vogliamo dare il nostro semplice contributo.

Lascia un commento